Vai a sottomenu e altri contenuti

Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi (TARES)

La TARES con decorrenza dal 2014 è stata soppressa e sostituita dalla 'Tassa Rifiuti' (TARI). La TARI è una componente dell'imposta unica comunale (IUC), la quale è stata istituita dalla Legge 27 dicembre 2013, n. 147, (Legge di Stabilità 2014).

Pertanto le relative informazioni, il regolamento ed i modelli di dichiarazione, sono consultabili accedendo alla sezione Servizi > Tutti i servizi per il cittadino e le imprese > Tributi e Canoni > Inposta Unica Comunale IUC o accedendo direttamente all'indirizzo http://www.comune.seulo.ca.it/servizio/125

COMUNE DI SEULO

Ufficio tributi

INFORMATIVA

TARES - Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi

Con l'art. 14 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214, recante ''Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici, è stato introdotto il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES). La TARES, opera con decorrenza dal 1° gennaio 2013, contestualmente è stata soppressa la Tassa sui Rifiuti Solidi urbani (TARSU).

Il nuovo tributo, è articolato in due componenti:
1. componente rifiuti, destinata alla copertura del 100% dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento;
2. componente servizi, rappresentata da una maggiorazione standard, della componente rifiuti, pari a €. 0,30 al mq, destinata a finanziare i costi dei servizi indivisibili del Comune. I servizi indivisibili, non sono precisamente individuati dalla legge; sono rappresentati dai quei servizi che il comune eroga non a favore del singolo cittadino, ma indistintamente a favore dell'intera collettività. Rientrano in questa categoria, i servizi inerenti l'illuminazione pubblica, pubblica sicurezza e vigilanza, anagrafe, manutenzione delle strade, protezione civile, tutela degli edifici ed aree comunali, verde pubblico, manutenzione strade, ecc.).
Questa componente, è versata da ciascun contribuente, direttamente a favore dello stato.

La disciplina del nuovo tributo è contenuta nell'art. 14 del Decreto Legge n. 201/2011 e nel Decreto del Presidente della Repubblica n. 158/1999, nonché nei regolamenti adottatati dai singoli Comuni.
Il Regolamento del Comune di Seulo per l'istituzione e l'applicazione del nuovo tributo è stato adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 del 30.09.2013, pubblicata sul sito www.comune.seulo.ca.it (vedi allegato sottostante)

PER COSA SI PAGA

Il tributo è dovuto per il possesso, l'occupazione o la detenzione di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti e anche se di fatto non utilizzati, potenzialmente suscettibili di produrre rifiuti urbani.
Ai fini dell'applicazione del tributo, ed in particolare del calcolo della componente rifiuti, i locali e le aree sono distinti in:
utenze domestiche, comprendenti le abitazioni ed i locali accessori e pertinenziali delle stesse (box, cantine, ecc.);
utenze non domestiche comprendenti tutte le altre tipologie di locali ed aree.
I locali e le aree ricompresi nelle utenze non domestiche sono inoltre classificati in diverse categorie in relazione alla destinazione d'uso sulla base di quanto previsto dal D.P.R. n. 158/1999.
Per le parti comuni del condominio il tributo è dovuto da coloro che occupano o detengono tali parti comuni in via esclusiva.

In caso di utilizzo temporaneo di durata non superiore a 6 mesi nel corso dello stesso anno solare, il tributo e dovuto soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione.
Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento del tributo dovuto per i locali ed aree scoperte in uso esclusivo ai singoli occupanti o detentori.
Il tributo è dovuto per anno solare, al quale corrisponde un'autonoma obbligazione tributaria, è determinato applicando le tariffe deliberate annualmente dal Consiglio Comunale per le diverse utenze, aggiungendo la maggiorazione secondo l'importo a metro quadrato, e tenendo conto delle agevolazioni previste dalla legge o dal regolamento comunale.

QUANTO SI PAGA E COME SI CALCOLA

La TARES, si compone di una parte fissa ed una parte variabile, oltre la maggiorazione per i servizi indivisibili dei Comuni che, per l'anno 2013, va interamente versata allo Stato.
Il Consiglio Comunale approva le tariffe del tributo entro il termine fissato dalle norme statali per l'approvazione del bilancio di previsione, in conformità al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani.
Per l'anno 2013 le tariffe sono state approvate con deliberazione del Consiglio Comunale n. 39 del 30.09.2013, pubblicate sul sito www.comune.seulo.ca.it (vedi allegato sottostante).

MODALITA' DI CALCOLO PER LE UTENZE DOMESTICHE

Si moltiplica la superficie calpestabile dei locali (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) per la tariffa fissa unitaria, e poi si aggiunge la tariffa variabile. In caso di locali il cui possesso, occupazione o detenzione sia di durata inferiore all'anno solare, l'importo del tributo è calcolato secondo i giorni di effettiva occupazione, frazionati per 365 giorni. All'importo del Tributo, sia per le utenze domestiche che per le utenze non domestiche, esclusa la maggiorazione, occorre infine aggiungere il 5%, come Tributo Provinciale dovuto per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale, previsto dall'articolo 19 del D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504.

ESEMPIO: Abitazione di 100 mq con nucleo di 2 persone:
A) TRIBUTO RIFIUTI: [100 mq x 0,446815 (Tariffa Parte Fissa 2 componenti)] + 86,242839 (Tariffa Parte Variabile 2 componenti) = € 130.92
B) TRIBUTO PROVINCIALE: € 130,92 x 5% = € 6,55
C) MAGGIORAZIONE tariffa per servizi indivisibili comunali : € 0,30 x 100 mq = € 30,00
TOTALE DA PAGARE: 130,92 + 6,55 + 30,00 = € 167,47

MODALITA' DI CALCOLO PER LE UTENZE NON DOMESTICHE

Le utenze non domestiche, sono classificate in base alle 21 categorie previste per i comuni con meno di 5000 abitanti, dal D.P.R. 158/99.
Si moltiplica la superficie calpestabile dei locali (ovvero i metri quadrati netti misurati sul filo interno delle murature), per la tariffa totale (quota fissa + quota variabile della categoria di appartenenza

ESEMPIO: Plurilicenze alimentari e/o miste (Categoria 19) di mq. 100:

A) TRIBUTO RIFIUTI: [0,447589 (Tariffa Parte Fissa) + 0,701644 (Tariffa Parte Variabile)] x 100 mq. = € 114,9233
B) TRIBUTO PROVINCIALE: € 114,9233 x 5% = € 5,746165
C) MAGGIORAZIONE tariffa per servizi indivisibili comunali : € 0,30 x mq = € 30,00
TOTALE DA PAGARE: 114,9233 + 5,746165 + 30,00 = € 150,67

TERMINI

Il Regolamento per l'applicazione del Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi (TARES), disciplina inoltre il versamento del tributo stesso.
Le scadenze sono fissate in quattro rate con scadenza nei mesi di maggio, luglio, ottobre e dicembre. E' consentito il pagamento in unica soluzione entro il mese di dicembre di ciascun anno.
Il tributo è riscosso in via ordinaria mediante l'invio ai contribuenti di appositi avvisi, contenenti l'importo del tributo dovuto, la scadenza delle rate, con possibilità di versamento in un'unica soluzione.

AVVERTENZE

Il tributo dovuto per l'anno 2013, come stabilito dal regolamento comunale deve essere pagata in tre rate aventi le seguenti scadenze:
1° rata: 16 novembre 2013; (comprende tributo e Addizionale Provinciale)
2° rata: 16 dicembre 2013; (comprende oltre al tributo e Addizionale Provinciale, anche la maggiorazione per i servizi indivisibili)
3° rata: 16 febbraio 2014. (comprende tributo e Addizionale Provinciale).
In alternativa, è possibile pagare mediante unica rata complessiva, entro il 16 dicembre 2013.

MODALITA' DI PAGAMENTO

Il versamento del tributo e della maggiorazione deve essere effettuato obbligatoriamente tramite modello F/24.
Il Comune provvederà ad inviare ai contribuenti appositi avvisi, con allegato il modello F/24 compilato. I codici tributo sono riportati nella seguente tabella:

DESCRIZIONE DEL VERSAMENTO CODICE TRIBUTO F 24
TARES Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi e Tributo Provinciale (art. 14, D.L. n. 201/2011 e successive modificazioni) 3944
MAGGIORAZIONE (art. 14 comma 13 D.L. n. 201/2011 e successive modificazioni) 3955

Modalità pagamento da parte di cittadini italiani residenti all'estero:

per i cittadini italiani residenti all'estero, nel caso in cui, il pagamento dell'imposta, non possa essere eseguito tramite modello F24 (oppure modello F24 ''enti pubblici''), devono seguire le indicazioni fornite con la Risoluzione MEF del-02-12-2013 -n-10-DF (visionabile tra gli allegati sottostanti), nello specifico:

1) per la quota di competenza del comune - (contraddistinta dal codice tributo 3944), va pagata mediante bonifico sul conto correte bancario intestato a ''Comune di Seulo servizio di tesoreria'', codice IBAN: IT 88 Z 01015 86970 000000010389, indicando obbligatoriamente la causale, a seconda del caso:

TARES anno 2013 - prima rata

TARES anno 2013 - seconda rata

TARES anno 2013 - terza rata

TARES anno 2013 - unica rata (corrispondente all'intero importo annuale di competenza del comune)

2) per la maggiorazione TARES di competenza dello stato (contraddistinta dal codice tributo 3955), va pagata effettuando un bonifico direttamente in favore della Banca d'Italia utilizzando il codice IBAN IT80R0100003245348001150300, ai fini dell'accreditamento delle somme al bilancio dello Stato. E' necessario, inoltre, indicare il codice BIC ''BITAITRRENT'', corrispondente alla Banca d'Italia. Come causale del versamento devono essere indicati:
1. il codice fiscale o la partita IVA del contribuente o, in mancanza, il codice di identificazione fiscale rilasciato dallo Stato estero di residenza, se posseduto;
2. la sigla ''MAGG. TARES'', il nome del Comune ove sono ubicati gli immobili e il codice tributo 3955;
3. l'annualità di riferimento.

N.B. La copia delle ricevute di entrambe le operazioni deve essere inoltrata al Comune per i successivi controlli.

DICHIARAZIONI

Sono valide le dichiarazioni TARSU già presentate e registrate nella banca dati comunale, in quanto compatibili.
La dichiarazione deve essere presentata entro il 31 gennaio dell'anno successivo al verificarsi del fatto che ne determina l'obbligo utilizzando gli appositi moduli messi gratuitamente a disposizione degli interessati.
E' sottoscritta e presentata da uno dei soggetti coobbligati o dal rappresentante legale, ha effetto anche per gli anni successivi, sempre che non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo.
Il modulo di dichiarazione, è disponibile anche sul sito www.comune.seulo.ca.it
Nelle dichiarazione devono essere obbligatoriamente indicati i dati catastali, il numero civico di ubicazione dell'immobile e il numero dell'interno, ove esistente.
La dichiarazione, se non sottoscritta dinanzi al personale dell'ufficio tributi, deve essere presentata unitamente alla fotocopia del documento di identità del dichiarante:
• direttamente al Settore Finanziario, Ufficio Tributi - Piazza del Popolo, 3 - 08030 Seulo (CA);
• per posta all'indirizzo Comune di Seulo Settore Finanziario, Ufficio Tributi - Piazza del Popolo, 3 - 08030 Seulo (CA);
• via fax al numero 0782/58330;
• a mezzo posta elettronica certificata (PEC), all'indirizzo protocollo@pec.comune.seulo.ca.it.

RIDUZIONI
Sono previste le seguenti riduzioni sia sul tributo, parte fissa e variabile, che sulla maggiorazione:
Utenze domestiche:

  1. riduzione del 10% per le abitazioni con unico occupante residente;
  2. riduzione del 15% per le abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, per un periodo non superiore a 183 giorni nell'anno solare, detenuto o occupato a qualsiasi titolo, esclusivamente da soggetti non residenti a Seulo,
  3. riduzione del 15% per le abitazioni occupate esclusivamente da soggetti che risiedano all'estero per più di 183 giorni nell'anno solare, con iscrizione all'AIRE.
  4. riduzione del 20% per le abitazioni tenute a disposizione da soggetti residenti in altra utenza domestica sita nel territorio comunale, se adibite ad uso stagionale o altro uso limitato e discontinuo, per un periodo non superiore a 183 giorni nell'anno solare, a condizione che nell'immobile per il quale si chiede la riduzione, non sia residente alcun nucleo.

Sono previste ulteriori riduzioni, incompatibili e subordinate alle riduzioni sopra esposte, nelle seguenti casistiche e relative percentuali:

  1. riduzione del 10% per le abitazioni con quattro occupanti,
  2. riduzione del 20% per le abitazioni con cinque occupanti,
  3. riduzione del 25% per le abitazioni con sei o più occupanti,

Utenze non domestiche:

riduzione del 30 % per i locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 183 giorni nell'anno solare.

Sono previste ulteriori riduzioni, incompatibili e subordinate alla riduzione sopra esposta, a beneficio delle seguenti categorie:

  1. riduzione del 24% - Categoria 16, Ristoranti, trattorie osterie, pizzerie,
  2. riduzione del 6 %, categoria 17, Bar, caffè, pasticceria,

RIFERIMENTI NORMATIVI

  1. Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011 (convertito nella Legge 22 dicembre 2011, n. 214) Art. 14 ''Istituzione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi'' e successive modificazioni.
  2. Decreto Legge n. 228 del 24 dicembre 2012 (Legge di Stabilità).
  3. Decreto Legge n. 35 dell' 8 aprile 2013, convertito nella Legge 6 giugno 2013, n. 64 ''Disposizione urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica Amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali''.
  4. Deliberazione del Consiglio Comunale n.37 del 30.09.2013 , concernente l'approvaazione del Regolamento per l'istituzione e l'applicazione del Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi.
  5. Deliberazione del Consiglio Comunale n.39 del 30.09.2013 , concernente l'approvazione delle tariffe per l'anno 2013.
  6. Agenzia delle Entrate, Risoluzione n. 37 del 27 maggio 2013: ''Istituzione codici tributo per versamento tramite modello F/24''.
  7. D.L. 31 agosto 2013, n. 102 Disposizioni urgenti in materia di IMU, di altra fiscalità immobiliare, di sostegno alle politiche abitative e di finanza locale, nonché di cassa integrazione guadagni e di trattamenti pensionistici

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Piano finanziario Tassa sui Rifiuti e sui Servizi Formato pdf 120 kb
Piano tariffario Tassa sui Rifiuti e sui Servizi Formato pdf 64 kb
Regolamento per l'istituzione e l'applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi Formato pdf 215 kb
Modello dichiarazione TARES - Iscrizione, Variazione, Cessazione Formato pdf 50 kb
Modalità pagamento TARES cittadini residenti all'estero - Risoluzione MEF del-02-12-2013 -n-10-DF.pd Formato pdf 112 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Ufficio Ragioneria
Referente: Graziano Boi
Indirizzo: Piazza del Popolo 3, 08030 Seulo (CA)
Telefono: 078258109Int.6
Fax: 078258330  
Email: ragioneria@comune.seulo.ca.it
Email certificata: ragioneria@pec.comune.seulo.ca.it ragioneria@pec.comune.seulo.ca.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto